giovedì, Aprile 18, 2024
Banner Top

CHAMPIONS LEAGUE 2023/24: INTER VS ATLETICO MADRID

 

Il vantaggio in campionato permette ai nerazzurri di approcciarsi alla Champions senza particolari pressioni.

9 punti di vantaggio sulla Juve, undici sul Milan, una partita da recuperare con l’Atalanta per un classifica potenzialmente ancora più gratificante e una vigilia di Champions che, solo un mese fa, era difficilmente ipotizzabile.

CHAMPIONS LEAGUE_INTER VS ATLETICO M

L’Inter si prepara all’andata contro l’Atletico Madrid senza la pressione auspicata da chi rincorrendola ha finito con l’andare invece fuori strada. Un vantaggio, dal punto di vista mentale, che Inzaghi si è guadagnato con una gestione perfetta delle energie psicofisiche post trasferta araba per la Supercoppa, non ultimo l’intelligente turnover dell’ultima uscita in campionato contro la Salernitana.

 

Certi dell’assenza di Acerbi, il solo dubbio riguarda il rientro di Darmian al posto di Dumfries, molto probabile,ma  non ancora certo. Per il resto la formazione è fatta: i titolarissimi tutti in campo dal primo minuto. Pavard, De Vrij e Bastoni in difesa, Dimarco a sinistra, Mkhitaryan, Calhanoglu e Barella al centro, Lautaro e Thuram in attacco.

 

La ricchezza della rosa a disposizione assicura poi a Inzaghi di poter fare i dovuti accorgimenti in corso d’opera, Frattesi recuperato è il primo cambio su cui contare. Ma tutti sono sulla corda, il coinvolgimento dell’intero gruppo è frutto anche di una attenta gestione che ha permesso di elevare il livello dell’intero collettivo.

 

L’ ’Atletico Madrid di oggi è squadra diversa da quella conosciuta negli anni passati.

 

La squadra di Simeone è decisamente più duttile e camaleontica, capace di adattarsi all’avversario, quando è necessario, ma pure in grado di fare la partita. 

 

A San Siro arriva una squadra in piena salute, ricca di alternative e con un Morata rientrato a tempo record.

In Liga è classificata al quarto posto, raffrontati a quelli dell’Inter i numeri sono peggiori (meno gol, meno tiri, meno possesso, meno precisione nei passaggi, meno intercetti), ma nelle notti europee ha fatto peggio solo del Manchester City in quanto a gol fatti.

 

A San Siro va in scena solo la prima puntata della sfida europea, c’è da considerare e non sottovalutare il clima dello stadio madrileno che potrebbe essere determinante.

 

Simone Inzaghi (Allenatore Inter):

“Con l’Atletico un ottavo di grandissima difficoltà, ci vorrà la vera Inter”. “Affrontiamo una squadra tecnica che palleggia di più rispetto al passato, è difficile prevedere quel che accadrà”.

Su Simeone compagnia di squadra alla Lazio:

“Simeone? Si vedeva che sarebbe diventato un grandissimo allenatore.

 

Simeone (Allenatore Atletico Madrid) ha parlato dell’amico Inzaghi:

“Quando eravamo insieme alla Lazio si vedeva che aveva dentro il dna dell’allenatore. Per imporci sarà necessario vincere più contrasti di loro”

 

Riguardo l’Inter:

E’ tra le 4-5 squadre più forti d’Europa, la scorsa stagione ha fatto un percorso straordinario raggiungendo la finale di Champions e sta confermando il suo valore con il primo posto in campionato. Adesso ha ancora più fiducia nei suoi mezzi e nelle sue qualità: mi piace tanto come gioca e non lo dico perché la sfideremo”.

Banner Content