domenica, Giugno 16, 2024
Banner Top

Chi va nelle coppe in Serie A: la UEFA ha finalmente spiegato la regola che cancella ogni dubbio

 

Soltanto a fine campionato la UEFA ha spiegato come funziona la qualificazione delle squadre italiane alle coppe europee, fugando ogni incertezza su cosa succederà in caso di vittoria della Fiorentina in Conference League.

Confusione sulla Qualificazione delle Squadre di Serie A alle Coppe Europee

 

C’è stata molta confusione sulla qualificazione delle squadre di Serie A alle coppe europee nella prossima stagione, specialmente dopo l’introduzione di un posto extra in Champions League.

La UEFA, attraverso Giorgio Marchetti, vice segretario generale e direttore del calcio, ha chiarito la situazione spiegando come funziona il nuovo metodo di calcolo per stabilire quali squadre parteciperanno alle coppe europee.

Cos’è l’EPS della UEFA?

 

L’EPS (European Performance Spot) è il posto extra che l’Italia ha guadagnato grazie al ranking nazionale, permettendo a cinque squadre italiane di partecipare alla prossima edizione della Champions League. Questo posto extra viene conteggiato solo dopo aver considerato le squadre che si qualificano vincendo l’Europa League o la Conference League, rendendo più chiaro il numero di squadre italiane nelle coppe europee.

Come Vengono Assegnati i Posti alle Coppe Europee

 

La UEFA ha chiarito che l’Italia ha complessivamente 7 posti nelle coppe europee: 4 in Champions League, 2 in Europa League e 1 in Conference League.

Se una squadra vince una delle competizioni europee senza essere qualificata tramite il campionato, si aggiunge al contingente del Paese.

Quindi, se la Fiorentina vincesse la Conference League, diventerebbe un’ottava squadra nelle coppe europee.

Solo a quel punto si aggiunge il posto extra dell’EPS, portando il totale a 9 squadre italiane.

Dettagli della Classifica di Serie A 2024-2025 per le Coppe Europee

Scenario delle 6 Squadre in Champions League

Le prime 4 squadre della Serie A si qualificano per la Champions League.

Se l’Atalanta chiudesse il campionato in 5ª posizione e vincesse l’Europa League, si qualificherebbe per la Champions League.

 

In questo caso, con l’applicazione dell’EPS, la Roma, come 6ª classificata, si qualificherebbe anch’essa per la Champions League.

 

Questo scenario ridurrebbe le squadre italiane in Europa League da 2 a 1, perché il regolamento UEFA prevede che se il detentore del titolo dell’Europa League o della Conference League si qualifica anche tramite il campionato, il numero di posti per l’Europa League o la Conference League viene ridotto di uno.

 

Scenario delle 9 Squadre in Europa

Se la Fiorentina vincesse la Conference League e chiudesse il campionato oltre l’8ª posizione, si qualificherebbe per l’Europa League.

Questo non toglierebbe il posto in Conference League all’8ª classificata, perché l’Italia ha solo 7 posti nelle coppe europee prima dell’applicazione dell’EPS.

Di conseguenza, la 9ª classificata entrerebbe in Conference League grazie all’EPS.

Se la Fiorentina non vincesse la Conference League, l’Italia rimarrebbe con 8 squadre in Europa: 7 qualificate tramite il campionato più 1 grazie all’EPS, con l’8ª classificata che disputerebbe la Conference League.

 

In conclusione, grazie alle nuove spiegazioni della UEFA, ora è chiaro come le squadre italiane si qualificheranno per le competizioni europee nella prossima stagione, rendendo più trasparenti le possibilità di partecipazione per tutte le squadre coinvolte.

Banner Content