giovedì, Aprile 18, 2024
Banner Top

MONDIALI SPORT ACQUATICI 2024 – PALLANUOTO

 

PALLANUOTO – ITALIA IN FINALE

8-6 ALLA SPAGNA! SETTEBELLO IN FINALE CONTRO CROAZIA O FRANCIA!

 

Autentico capolavoro, quello che il Settebello compie nella semifinale dei Mondiali di Pallanuoto 2024.

 

L‘Italia batte 8-6 la Spagna e torna infatti in finale iridata per la settima volta nella sua storia, mettendo in bacheca la sua nona medaglia mondiale (4 ori, 3 argenti e 1 bronzo). Vittoria strepitosa degli Azzurri, frutto di un incredibile lavoro di squadra, del talento devastante di Francesco Condemi e delle paratone di un Marco Del Lungo premiato quale MVP al termine della gara.

In finale, sabato 17 febbraio dalle ore 15:30 italiane, sarà allora sfida a Croazia o Francia.

PALLANUOTO ITALIA IN FINALE_PN

La Spagna esce comunque a testa altissima da questa semifinale, confermandosi nazionale di altissimo livello, nonché trascinata da tantissimi campioni.

 

Il Settebello oggi però li controlla al meglio, tenendo l’eterno Felipe Perrone a un incredibile 0/6 al tiro e tutta la nazionale spagnola al 3/13 in superiorità numerica, il vero dato statistico chiave di questa partita.

 

Gara in cui emerge comunque pure la classe cristallina di capitan Francesco Di Fulvio, l’immenso lavoro oscuro di Alessandro Velotto e le idee tattiche di un CT infinito: Sandro Campagna.

 

Ci attendevamo una semifinale tiratissima, sotto tutti i punti di vista, e le attese non vengono affatto deluse. Punteggio basso, tanti minuti senza segnare per entrambe le squadre, miracoli tra i pali dei due portieri – perché se Del Lungo risulta autentico MVP, Unai Aguirre è comunque clamoroso in diverse situazioni – e lotta su ogni pallone negli ultimi otto minuti di gioco. Alla fine, a far saltare il banco è il break del secondo periodo, un 3-1 in cui l’Italia si dimostra chirurgica nella gestione delle superiorità e imperforabile in difesa poiché Del Lungo si esalta in versione “paratutto”.

 

Bisogna poi evidenziare il talento da predestinato di Condemi, così come l’abnegazione di Matteo Iocchi Gratta, ossia i più giovani di questo eterno Settebello. Il centrovasca classe 2003 prima spezza la trance agonistica di Aguirre, piegandone le mani per spingere in porta da posizione cinque il gol del provvisorio 6-2; poi si inventa un clamoroso movimento, fatto di finta più scivolamento, per subire il fallo da rigore che chiude definitivamente i conti, complice la successiva realizzazione di Andrea Fondelli. L’universale classe 2002 aiuta invece i compagni nella gestione dei falli, non disdegnando mai i duelli in acqua con qualsiasi avversario e commovendosi nelle esultanze per ogni gol dei compagni.

CT CAMPAGNA - ITALIA PALLANUOTO

IL COMMENTO DEL CT CAMPAGNA

 

“Un grandissimo risultato, adesso festeggiamo il giusto nello spogliatoio e poi pensiamo alla finale. Un risultato incredibile, 3 finali mondiali in quattro edizioni. La Spagna gioca molto bene e va colpita chirurgicamente, perché se poi fai casino loro partono in contropiede ed è finita. Sono partito col doppio centro nel finale perché la loro zona M era strettissima, poi è stato bravissimo Condemi a procurarsi il rigore. Oggi nella riunione mi sono dimenticato di parlare dell’attacco, ho richiamato i giocatori nelle stanze e loro mi hanno detto “tranquillo, già lo sappiamo”. Tutti monumentali, ma Del Lungo ha fatto qualcosa in più: grandi parate 1vs0, gestione delle superiorità. L’uomo in meno di oggi mi ha commosso, saltavamo come grilli per annullare le superiorità numeriche della Spagna. Io mi sono divertito tantissimo, i ragazzi anche. Adesso cerchiamo di dare tutte le energie anche al Setterosa: deve giocare con la testa libera, perché è più forte del Canada e sono sicuro che lo dimostrerà”. Queste le parole del commissario tecnico italiano, raccolte dai microfoni di Rai Sport al termine della semifinale.

 

IL TABELLINO

 

Spagna – Italia 6-8 (1-1; 2-4; 3-6)

Spagna: Aguirre (P), Munarriz 2, Granados 1, Sanahuja, de Toro, Larumbe 2, Famera, Cabanas 1, Tahull, Perrone, Mallarach, Bustos, Lorrio (P) n.e. All. Martin.

 

Italia: Del Lungo (P), Di Fulvio 2, Damonte, Marziali, Fondelli 2, Echenique, Presciutti, Bruni 1, Di Somma, Velotto 1, Nicosia (P) n.e., Condemi 2, Iocchi Gratta. All. Campagna.

Banner Content