Skip to main content

PlatinoNews – Abu Dhabi: riecco Nadal. Ma Murray sta meglio e raggiunge Rublev in finale

By Dicembre 18, 2021Settembre 29th, 2022News, Tennis

Abu Dhabi: riecco Nadal. Ma Murray sta meglio e raggiunge Rublev in finale

I due ex numeri uno del mondo si ritrovano dopo cinque anni. Vince 6-3 7-5 lo scozzese, più pronto e costante. Per lui c’è Rublev. Rafa contro Shapo per il terzo posto

Finalmente “lo spagnolo” si è rivisto nella semifinale del World Tennis Abu Dhabi 2021 di singolare maschile, al termine della quale è stato sconfitto da Andy Murray. Lo scozzese si è imposto in due set per 6-3, 7-5. La finale sarà tra Murray ed il russo Andrej Rublev, vittorioso sul canadese Denis Shapovalov.

Rafa si è ripresentato in campo ben quattro mesi dopo dall’ultimo match giocato (perso contro Harris a Washington) e dopo un periodo di riposo per curare il piede sinistro. Nadal ha affrontato la partita come se fosse un match vero e non un semplice incontro d’esibizione, vestito completamente di nero. Questo è sempre stato il suo atteggiamento ad Abu Dhabi, infatti il suo nome è quello che compare più volte (ben 5 volte).

Il campione si è accorto di non riuscire a mettere in difficoltà Murray nello scambio da fondo (è mancata soprattutto profondità), ed ha optato a rendersi più aggressivo, aiutato anche dalla superficie del campo. Tuttavia non si è avvicinato più di tanto al break, mentre Andy, più solido e continuo, ha strappato il servizio al suo avversario sul 5-5 e ha poi chiuso la partita. Nadal ha dato buone risposte sul piano fisico, ma non pensavamo certo di ritrovarlo scarico al rientro in campo: sul finire del secondo set, dopo quasi 90 minuti di tennis, riusciva tranquillamente a girare attorno alla palla col dritto e trovare il vincente. Ovviamente si potrà dire di più domani, quando affronterà Denis Shapovalov nel match che assegnerà il terzo posto.

Tuttavia nemmeno Murray ha voluto prendere la partita alla leggera. L’atteggiamento propositivo gli ha permesso di superare il primo set abbastanza facilmente, con un solo break a fare la differenza. Scorrevoli i suoi turni di servizio, anche perché Rafa non è apparso abbastanza reattivo in risposta.

In conferenza stampa ad Abu Dhabi, Nadal ha detto di essere molto felice di poter giocare nuovamente e di aver bisogno di mettersi alla prova in un match agonistico, in modo da capire a che punto è il piede e se può convivere con il dolore senza perdere troppo in termini di competitività.

Nadal conta ben undici partecipazioni al MWTC e ben cinque volte ha lasciato Abu Dhabi con il titolo (record), inclusa l’ultima edizione disputata, quella del 2019.

Murray giocherà la finale per il titolo. Il suo avversario sarà Andrey Rublev, che ha battuto Shapovalov 7-6(5) 3-6 6-4. Nel post partita i due campioni si sono lasciati andare a parole di stima reciproca. Nadal ha detto: “Da tanto tempo non stavo sul campo. Mi fa piacere vedere giocare Andy così bene”. Murray ha risposto con una riflessione: “Quando ero più giovane non ci facevo caso, non lo apprezzavo come ora. Sono contento di rivedere Rafa in campo”.