Skip to main content

PlatinoNews – Berrettini si ferma. Costretto a saltare Montecarlo, Madrid e Roma

By Aprile 9, 2022Settembre 29th, 2022News, Tennis

Berrettini si ferma. Costretto a saltare Montecarlo, Madrid e Roma

L’annuncio sui suoi social, dopo l’intervento alla mano destra: “Non vogliamo forzare”. Si spera nella sua partecipazione al Roland Garros.

Brutto periodo per Matteo Berrettini. L’azzurro, operato la scorsa settimana alla mano destra per un edema al mignolo, è costretto a saltare i prossimi tre Masters 1000 per favorire il processo di guarigione. “Seguendo i consigli medici degli esperti, il mio team ed io abbiamo deciso di non forzare i tempi di recupero”, scrive Matteo sul proprio profilo Instagram, dove ha dato la notizia ai propri fan. “Sono quindi costretto a ritirarmi dai tornei di Monte-Carlo, Madrid e Roma, concedendomi quindi il tempo necessario per raggiungere la forma migliore”. Non partecipare a questi eventi, in particolare a Roma, è stata una decisione estremamente difficile che tuttavia ritengo essere quella giusta per poter tornare ai massimi livelli. Grazie mille per il vostro supporto. Non vedo l’ora di vedervi presto in campo”, ha concluso Berrettini, che lo scorso anno ha raggiunto la finale di Madrid e gli ottavi degli Internazionali d’Italia. L’appuntamento con il secondo Slam della stagione, il Roland Garros, è fissato per il prossimo 22 maggio, dove si spera l’azzurro potrà parteciparvi per difendere i quarti di finale. Al di là delle problematiche fisiche, nel frattempo il n.1 d’Italia continua a far parlare di sé anche per le dinamiche extra-campo. Rientrato in Europa per l’operazione dopo l’appuntamento mancato a Miami e fresco di rottura con la storica fidanzata Alla Tomljanovic, Berrettini sarebbe stato avvistato nella città eterna in compagnia di una nuova fiamma. Si tratterebbe della modella statunitense Meredith Mickelson, che lo scorso weekend ha pubblicato delle storie nella stessa location di Matteo, precisamente su un balcone dell’hotel Anantara Palazzo Naiadi.