Skip to main content

PlatinoNews – Milinkovic: in estate potrebbe partire. Lotito fissa la cifra per cederlo

Milinkovic: in estate potrebbe partire. Lotito fissa la cifra per cederlo

Sergej fa gola a molti club, ma Lotito è pronto a blindarlo: valutazione da concordare tra club e agente.

 

È destinato a diventare un tormentone di cui i tifosi della Lazio farebbero volentieri a meno. Sergej Milinkovic-Savic potrebbe realmente lasciare Roma in estate per approdare in un top club che gli possa garantire di giocare ad altissimi livelli con continuità. Il contratto in scadenza tra due anni costringe il club a fare certi tipi di ragionamenti per non ritrovarsi a dover vendere un gioiello a prezzi di saldo.

Per questo motivo Lotito e l’agente Kezman sono in contatto per stabilire la cifra giusta per lasciare andare il serbo. Sicuramente non si scenderà sotto i 60 milioni. Il presidente della Lazio ne vorrebbe incassare almeno 70 ma probabilmente si accontenterebbe di 65. Sicuramente sarà difficile vederlo in Italia, Manchester United e PSG sono le squadre più accreditate per comprarlo. Per Lotito il calciatore continua a valere 100 milioni di euro, ma il numero uno del club biancocleste sembrerebbe essersi rassegnato a cederlo a cifra meno elevate. Sergej vorrebbe provare realmente il salto in una squadra capace di giocare stabilmente il Champions League. Il centrocampista serbo ha 27 anni e vorrebbe giocare con continuità in Europa, magari percependo cifre maggiormente elevate. Oggi Milinkovic-Savic guadagna 3,2 milioni più bonus, ed in Inghilterra potrebbe strappare un ingaggio ancora più ricco. In realtà per il Sergente non sarebbe una questione puramente economica, il centrocampista della Lazio vorrebbe anche tentare una nuova avventura. Senza rinnovo di contratto è interesse anche della Lazio cedere il calciatore al miglior prezzo, visto che tra 12 mesi (ad un anno dalla scadenza) la svalutazione sarebbe importante. Nel corso degli anni Milinkovic-Savic si è dimostrato molto legato alla Lazio ma negli ultimi mesi ha rincarato la dose: «Vedremo cosa accadrà». A novembre scorso, prima di Lazio-Juve, era stato il suo manager, Mateja Kezman ad aprire ad un possibile addio: «Con tutto il rispetto per la Lazio sono sicuro che presto potrebbero arrivare nuovi sogni».