Skip to main content

Tour de France 2022, tappa 17: Percorso e Favoriti

La 17esima tappa del Tour de France 2022 rappresenta la penultima chance, crono esclusa, per ribaltare la corsa: un crocevia per il destino di questa Grande Boucle.

 

Percorso

 

La tappa di oggi è dura, durissima negli ultimi 60 chilometri. Dopo Muret ci sono praticamente 113 chilometri pianeggianti per arrivare la traguardo volante di Bagneres de Luchon, poi si inizia a salire per davvero. Primo colle il Peyresourde, 13.2 chilometri al 7% di pendenza media. Potranno andare via delle fughe ma è ancora lontano dal traguardo per gli attacchi. Dopo breve discesa e passaggio da Loudenvielle, si inizia a scalare il Val Louron, salita più breve, 7.4 chilometri, ma più dura, medie dell’8.3%. Qui si potrebbe attaccare, sfruttando la discesa successiva per transitare da Saint Lary Soulan dove parte l’ultima salita. Si tratta del Col du Portet, ben 16 chilometri all’8.7% di pendenza media con arrivo a quota 2.215 metri. Sarà grande spettacolo.

 

Favoriti

 

La morfologia sicuramente porterà qualche fuga a partire, ma i big della generale vorranno provare a vincere il tappone pirenaico del Tour e quindi non è escluso che le squadre tentino di non dare troppo spazio a sortite da lontano. Ci potrebbero provare Miguel Angel Lopez (già davanti ieri nelle prime fasi), piuttosto che David Gaudu (se avrà recuperato dopo la fuga di ieri). E non ci sorprenderemmo di rivedere in avanscoperta Sepp Kuss o Wout Van Aert per la Jumbo Visma, magari come ‘teste di ponte’ per un eventuale attacco di Vingegaard. Se invece i big dovessero arrivare ai piedi dell’ultima salita a giocarsi la tappa, ecco che Richard Carapaz potrebbe diventare l’uom da tenere sotto osservazione.  Per la generale, l’ecuadoriano si giocherà il podio insieme a Rigoberto Uran, Wilko Kelderman, Ben O’Connor, Enric Mas e Jonas Vingegaard, mentre Tadej Pogacar può amministrare l’ampio margine di vantaggio. Difficile che la leadership dello sloveno possa essere messa in discussione, salvo crisi clamorose e al momento inattese.

 

Credit: Il Quotidiano Nazionale & Eurosport

Leave a Reply